GUIDA AL SITO
 

BUSCOPAN ANTIAC*10CPR EFF 75MG

Prodotti nel carrello 0 EURO 0,00
Spese di Spedizione EURO 5.98
Q.tà
+
-

In Sintesi

Buscopan Antiacido agisce velocemente contro i sintomi di bruciore e iper-acidità dello stomaco occasionali. A base di Ranitidina riesce a limitare la secrezione acida dello stomaco.

Caratteristiche

Principi Attivi:

  Una compressa effervescente di BUSCOPAN ANTIACIDO contiene: Principio attivo: ranitidina cloridrato 83.7 mg, corrispondente a ranitidina 75 mg. Eccipienti con effetti noti: aspartame 30 mg; sorbitolo 187,8 mg; sodio 316 mg.

Eccipienti:

  Sodio citrato monobasico, bicarbonato di sodio, sodio citrato dibasico, sorbitolo, aroma pompelmo, aspartame, leucina, sodio benzoato, simeticone.

Modo d'uso

  Adulti: Assumere una compressa di BUSCOPAN ANTIACIDO quando si avvertono i sintomi, sia di giorno che di notte. Nella maggior parte dei pazienti è sufficiente il trattamento con 1 o 2 compresse al giorno. Possono essere assunte fino a 4 compresse nelle 24 ore. Non è necessario assumere le compresse con il cibo. Sciogliere la compressa in un bicchiere d’acqua (circa 200 ml). I pazienti devono essere informati di consultare il proprio Medico o il farmacista se i sintomi continuano, peggiorano, o persistono dopo 14 giorni. Buscopan Antiacido determina un sollievo della sintomatologia fino ad un massimo di 12 ore. Compromissione renalePuò verificarsi un accumulo di ranitidina con conseguenti concentrazioni plasmatiche elevate, nei pazienti con compromissione renale. Si raccomanda che, seguendo il consiglio del medico. Avvertenze speciali e opportune precauzioni d’impiego), il paziente non assuma più di due compresse di BUSCOPAN ANTIACIDO nell’arco delle 24 ore. Bambini: Non è raccomandato l’impiego di BUSCOPAN ANTIACIDO compresse nei bambini di età inferiore ai 16 anni.

Confezione

CONTRAINDICAZIONI

Ipersensibilità accertata alla ranitidina o ai componenti della formulazione.

GRAVIDANZA

  Fertilità Non esistono dati relativi agli effetti della ranitidina sulla fertilità umana. Gli studi negli animali non hanno mostrato effetti né sulla fertilità maschile, né su quella femminile. Gravidanza La ranitidina attraversa la barriera placentare. Come per altri farmaci, la ranitidina deve essere usata in gravidanza solo se considerata essenziale e solo dopo aver consultato il medico. AllattamentoLa ranitidina è escreta nel latte materno. Come per altri farmaci, la ranitidina deve essere usata durante l’allattamento solo se considerata essenziale e solo dopo aver consultato il medico.

AVVERTENZE

  Prima di iniziare la terapia in pazienti con ulcera gastrica o pazienti di mezza età o più anziani che presentino sintomi dispeptici di recente insorgenza o da poco modificati deve essere esclusa la possibile natura maligna dell’ulcera, perché il trattamento con ranitidina può mascherare i sintomi associati al carcinoma dello stomaco e può ritardarne perciò la diagnosi. La ranitidina viene eliminata per via renale, pertanto i livelli plasmatici del farmaco sono aumentati in pazienti con danno renale. Il dosaggio deve essere adeguato. Compromissione renale. Secondo rari reports clinici, la ranitidina può favorire il verificarsi di attacchi di porfiria acuta. Pertanto deve essere evitata la somministrazione in pazienti con anamnesi di porfiria acuta. In pazienti come gli anziani, soggetti con patologia polmonare cronica, pazienti con diabete o soggetti immunocompromessi, vi può essere un aumento del rischio di sviluppare polmonite acquisita in comunità. Uno studio epidemiologico su larga scala ha mostrato nei pazienti ancora in corso di trattamento con ranitidina,rispetto a quelli che avevano interrotto il trattamento, un aumentato rischio di sviluppare polmonite acquisita in comunità dell’1,82 (95% CI 1,26 –2,64). Si raccomanda un regolare controllo medico ai pazienti che assumono farmaci antiinfiammatori non steroidei in concomitanza al trattamento con ranitidina, soprattutto se anziani o affetti in precedenza da ulcera peptica. Prima di assumere BUSCOPAN ANTIACIDO i seguenti pazienti devono consultare il medico: – pazienti con grave insufficienza renale e/o epatica; – pazienti sottoposti a regolare controllo medico; – pazienti che assumano farmaci su prescrizione medica; – pazienti di mezza età o più anziani che presentino sintomi dispeptici di recente insorgenza o da poco modificati; – pazienti con perdita di peso non intenzionale che si accompagna a sintomi dispeptici; – pazienti a rischio di sviluppare ulcera o affetti in precedenza da ulcera peptica (per esempio pazienti che assumono farmaci antiinfiammatori non steroidei). Questo medicinale contiene 316 mg di sodio per compressa effervescente. Da tenere in considerazione in persone che seguono una dieta a basso contenuto di sodio. Poiché questo medicinale contiene aspartame, deve essere utilizzato con cautela nei pazienti affetti da fenilchetonuria. Per la presenza di sorbitolo i pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, non devono assumere questo medicinale.

Ordinazioni
Ordinazioni
I pi¨ richiesti della categoria
 
CITROSODINA ANTIACIDO 36 COMPRESSE
› Scopri
 
DIGESTIVO ANTONETTO 45 COMPRESSE MASTICABILI
› Scopri
 
FLUIMUCIL MUCOLITICO SCIROPPO 600MG/15ML
› Scopri